Stampaggio

La forgiatura

L’utilizzatore finale si confronta spesso con una serie di esigenze peculiari riguardo ai particolari da approvvigionare. Le principali sono le resistenze elastiche alla rottura, alla fatica e alla corrosione, la tenuta sotto pressione, la resilienza.

La forgiatura consente di ottenere un eccellente compromesso fra tutte queste esigenze, compromesso che si affinerà tramite la scelta della lega specifica, del trattamento termico, ecc.

La resistenza meccanica dei particolari forgiati è molto elevata grazie alla disposizione del “fibraggio” interno ottenuta tramite la forgiatura del metallo.

Le caratteristiche di allungamento ed il limite di elasticità sono notevoli se paragonate ad altre tecniche.

Dopo la forgiatura i particolari possono subire svariati trattamenti: tempre a temperature e velocità differenti, maturazione, trattamenti meccanici.

Anche per la produzione di piccole serie di particolari complessi la scelta della forgiatura è spesso la soluzione più economica, poiché permette di minimizzare la quantità di materia prima messa in opera, e la quantità di metallo da asportare tramite lavorazione.

La forgiatura consente talvolta di realizzare in un solo particolare ciò che altre tecniche ottengono tramite assemblaggio.

Le caratteristiche del particolare forgiato si possono così riassumere:

  • struttura omogenea e priva di porosità.
  • valori di resistenza massimi per ogni materiale scelto (resistenza a trazione, limite di fatica a flessione alternata, allungamento e resilienza)
  • tenuta assoluta a liquidi e a gas
  • superfici particolarmente pulite e lisce
  • grande precisione dimensionale, quindi campi di tolleranza ristretti
  • elevata resistenza chimica
  • buona conducibilità elettrica.

I nostri forgiati sono prodotti su presse di potenza fra le 200 e le 5600 t. che permettono di ottenere pezzi di peso unitario da pochi grammi fino a un massimo di ca. 50 kg.